La Sicilia è la terra del sole, una regione dove la primavera arriva ben in anticipo rispetto al resto del paese e dove i turisti possono godere di bellezze uniche, dal fascino che si perde nei secoli passati. Quando nel nord del continente europeo le città sono ancor coperte dalla neve, in questa meravigliosa isola si incomincia a tuffarsi nel mare azzurro, mentre nell’aria primaverile iniziano a spargersi le fragranze dei germogli dei fiori dei limoni. Una vacanza in quest’isola è consigliata per chi ama l’arte, l’archeologia, la buona cucina e le tradizioni. Ed ovviamente per gli amanti delle spiagge: il mare di Sicilia è una delle attrazioni turistiche principali della regione, che si distingue per splendidi litorali dalle acque cristalline grazie ad uno sviluppo costiero che supera i 1000 km.

cefalu-spiaggia-mare-sicilia

Sono numerose e variegate le località costiere siciliane degne di essere visitate e tra queste vi è sicuramente Cefalù. La città conta 14 mila abitanti ed è situata nella costa settentrionale dell’isola, in una posizione centrale, quasi a metà strada tra Palermo e Capo d’Orlando. Considerato uno dei borghi più belli del nostro paese, il centro cittadino offre degli angoli di rara bellezza che potranno essere apprezzati specialmente dagli amanti della fotografia, mentre altrettanto rinomate sono le spiagge che ne impreziosiscono il litorale. Una visita a Cefalù deve essere quindi posizionata in cima alla lista delle cose da fare una volta arrivati in Sicilia.

Via mare

La città può essere raggiunta utilizzando diversi mezzi di trasporto. Cefalù non dispone di un porto che consente l’attracco dei grandi traghetti, per cui chi volesse raggiungere la costa siciliana nord-occidentale via mare dovrebbe raggiungere anzitutto lo scalo portuale di Palermo o di Termini Imerese.

La compagnia di navigazione della Tirrenia garantisce collegamenti da Cagliari e da Napoli per Palermo, con traversate notturne dalla durata rispettivamente di 14 e 10 ore. La capitale campana e quella siciliana sono inoltre collegate via mare dai traghetti di GNV. La stessa società offre un collegamento dal porto di Civitavecchia a quello di Termini Imerese e a quello di Palermo, con un tempo di percorrenza di circa 15 ore, e da Genova a Palermo (21 ore). Infine, anche la Grimaldi propone delle tratte per raggiungere la costa siciliana, con il collegamento Livorno – Palermo, percorribile in 18 ore, e quello Salerno – Palermo, con arrivo in Sicilia dopo 10 ore e 30 minuti dalla partenza.

Tutte queste tratte sono prenotabili online, inoltre le compagnie di navigazione consentono di portare con sè mezzi di trasporto (auto, moto, camper) e animali domestici, scegliendo la sistemazione in poltrone o in cabina.

Una volta giunti a Palermo, si possono scegliere diverse opzioni per raggiungere Cefalù:

In macchina

Le due città sono divise da una distanza di circa 80 km, percorribile in macchina in un’ora e mezza. Noleggiando un’auto si potrà quindi comodamente arrivare a Cefalù percorrendo l’autostrada A20 in direzione di Messina, un tratto di strada molto piacevole da attraversare in quanto costeggia il litorale settentrionale dell’isola.

Nelle vicinanze del porto di Palermo si potranno trovare diverse agenzie di noleggio veicoli, per cui dopo poco tempo dallo sbarco del traghetto si potrà usufruire del mezzo senza doversi recare nel centro cittadino della capitale.

Stessa strada, ma con tempo di percorrenza inferiore, dovrà essere presa da chi arriva allo scalo portuale di Termini Imerese, che dista da Cefalù solo 43 km, percorribili in circa tre quarti d’ora di macchina.

Più lungo è invece il percorso per chi parte da Messina: dalla città dello stretto occorrono infatti circa 2 ore di viaggio in macchina (sempre seguendo l’autostrada A20 ma questa volta verso Palermo) per coprire i 175 km che separano le due città.

Un altro grande centro siciliano dal quale è possibile raggiungere Cefalù in auto è Trapani, che dista circa 180 km. A chi volesse mettersi in viaggio con un veicolo da questo centro, si raccomanda di raggiungere prima Palermo e poi continuare sulla A20, impiegando così 2 ore e 20 minuti.

In treno

arrivare-treno-cefalu

Cefalù è inoltre raggiungibile utilizzando il trasporto pubblico ferroviario. Partendo dalla stazione centrale di Palermo vi si può arrivare in un tempo che varia tra i 60 ed i 45 minuti, con costi abbastanza contenuti.

Dalla stazione di Messina i tempi raddoppiano e sarà necessario mettere in conto un tempo di percorrenza tra le due ore e le due ore e trenta minuti.

Chi parte da Catania in direzione Cefalù dovrà transitare prima per Messina, per un viaggio totale di circa 5 ore.

Partendo dalla stazione di Trapani, si dovrà prima passare per Palermo, che potrà essere raggiunta sia via bus che via treno.

I biglietti ferroviari potranno essere prenotati ed acquistati online consultando il sito di Trenitalia, e sarà possibile a volte accedere a promozioni stagionali per viaggiare in coppia a costo di un solo titolo di viaggio o ottenere degli sconti convenienti durante il fine settimana.

Chi desidera viaggiare con il trasporto ferroviario dovrà tenere a mente che, anche durante la stagione estiva, gli ultimi treni dai grandi centri verso Cefalù partono di norma alle 21:00, per cui dopo quest’ora non sarà possibile usufruire di mezzi pubblici per raggiungere la città, nè in treno, nè in autobus. L’unica soluzione potrebbe quindi essere quella del noleggio auto, dei servizi di navetta o del taxi.

Bus

Chi invece intende usufruire del bus invece che del collegamento ferroviario o dell’auto, può rivolgersi a diverse ditte di trasporto sia pubbliche che private, alcune di queste convenzionate con l’ente di trasporto pubblico regionale. L’AST, l’Azienda Siciliana dei Trasporti, collega Cefalù con i centri limitrofi di Campofelice, Castelbuono, Collesano e Isnello. L’azienda di trasporti SAIS garantisce un collegamento via bus da Palermo verso Cefalù dal lunedì al sabato, con diverse partenze nell’arco della giornata (il tempo di percorrenza è un’ora).

Relativamente al trasporto stradale, è bene sapere che sono attivi anche alcuni servizi di navetta che possono essere prenotati in anticipo e che offrono piccoli bus (dalla capienza da 4 a 9 posti) per raggiungere Cefalù dai più importanti centri della Sicilia. Il veicolo con l’autista potrà raccogliere i viaggiatori in un punto prestabilito (stazione, aeroporto, porto, centro città) per poi portarli direttamente a Cefalù.